FAQ

Domande frequenti filtrabili per categoria

Come si può avere una scienza della coscienza?

Così come la scienza opera con l’uniformità della natura, la coscienziologia presuppone che vi sia uniformità nell’esperienza umana e in come questa è strutturata. Per esempio, il linguaggio esiste perché gli esseri umani sono in grado di condividere significati, che sono completamente interni e soggettivi. Anche la scienza opera su significati condivisi. La coscienziologia anatomizza lo studio della coscienza, fino al punto di avere un vocabolario altamente specializzato per ogni sorta di fenomeno sottile interno ed esperienze, e le persone che studiano la coscienziologia possono (e lo fanno) usare questo linguaggio tecnico per descrivere, confrontare e studiare le proprie esperienze.

Come faccio ad arrivare al Campus IAC?

Indirizzo

N18, Km 236
Herdade da Marmeleira
7100-300 Estremoz
Portogallo
Telefono: +351 26 895 9148
Fax: +351 26 895 0053
Email: campus@iacworld.org

La strada N18, al km 236, è tra Evoramonte e Estremoz – più vicino a Evoramonte. Localizza il Campus IAC in questo link in google maps.

NOTA BENE: E’ necessario prenotare o concordare la visita.

Località

In Portogallo nella regione dell’Alentejo – in un terreno a 4 Km da Evoramonte ma la città più vicina servita con alloggi e mangiare è ESTREMOZ, a 11 km di distanza e 15 minuti di automobile. E’  importante organizzarsi con un taxi o un auto in proprio o con un passaggio.

La IAC organizza trasporti collettivi solo nei giorni dei corsi speciali di gruppo (es. Praxis) che vengono organizzati al Campus.

Contatto TAXI di Estremoz: 00351 268 081 137; cell: 00351 919 525 608.

Come arrivarci

Via pulmann dall’areoporto di Lisbona:

Prendere un taxi e raggiungere il “Terminal Rodoviario”, come riferimento tenere Jardin Zoologico.

Arrivati al Terminal Rodoviario prendere la linea “REDE EXPRESS” per ESTREMOZ (http://www.rede-expressos.pt/). I biglietti si comprano in biglietteria e bisogna già possederli prima di salire sul pulmann.

Il prezzo è circa 11,00 € e in circa 2,5 ore si arriva ad Estremoz.

Via automobile dall’areoporto di Lisbona:

Uscire dall’areoporto e girare a destra, si trova una grande rotonda e si prendere la A1 – NORTE PONTE VASCO DE GAMA – > continuare per A8 OESTE PONTE VASCO DE GAMA -> continuare con A12 PONTE VASCO de GAMA -> attraversare il PONTE -> seguire EVORA ALGARVE -> casello autostrada -> seguire per EVORA -> seguire per ESPANHA – EVORA A6 -> seconda uscita per EVORA n. 18 ->  casello autostrada -> seguire per Estremoz. Circa 2 ore di viaggio.

Dove pernottare

Campus: Hospedarium – Alloggiamento interno al Campus costituito da 4 camere doppie con angolo cottura e bagno interno. Per dettagli e prenotazioni visitare la pagina: http://www.iacworld.net/offices/Campus/Hospedarium/Hospedarium_eng.html

In caso l’Hospedarium fosse pieno, altri riferimenti vicino (comunque a distanza di automobile/taxi) sono:

  • Obras: agriturismo collocato vicino la terreno del Campus obrasart@hotmail.com; tel 00351 268959007
  • Hotel Imperador: albergo poco fuori dalla città di Estremoz geral@hotel-imperador.com; tel. 00351 268339950
  • Cafè Alentejano: piccolo albergo nel centro di Estremoz tel 00351 268 337 300
  • O Gadanha: piccolo albergo nel centro di Estremoz www.residenciagadanha.com; tel 00351 268 339110

Come funzionano le capacità parapsichiche e perché sono importanti?

Quando le persone sono “parapsichiche” o hanno un talento per la ricezione di informazioni in un modo che trascende i normali mezzi fisici, significa che stanno raccogliendo informazioni su una frequenza di energia a cui gli altri non hanno accesso con facilità o in quel momento. Questa energia è stata spesso chiamata chi, prana, o energia sottile, o talvolta psi. L’IAC preferisce il termine di bioenergia (energia vitale). Esiste molta varietà e diversi livelli di percezioni dei fenomeni parapsichici, come la sensazioni di “vibrazioni”, la visione dell’aura, le intuizioni, il dejà vu, l’esperienza fuori dal corpo o anche l’esperienza di cosmocoscienza o esperienze tipiche di illuminazione, etc.

Una buona analogia per spiegare queste esperienze potrebbe essere quella del sistema nervoso – ognuno di noi ha un sistema nervoso “parapsichico” oltre a quello fisico che può registrare e trasmettere alcuni tipi di informazioni e di energia. Il “sistema nervoso” parapsichico può essere sensibilizzato attraverso tecniche bioenergetiche che utilizzano la concentrazione mentale ed il controllo della propria attenzione. Una volta che una persona diventa più sensibile, il “sesto senso”, diventa come un muscolo che funzionerà come una parte normale nella propria esperienza.

Cosa differenzia il vostro approccio dagli altri sulla OBE che si trovano in giro?

Con la IAC puoi ricevere tutte le informazioni e conoscenze circa questi fenomeni derivate dallo studio empirico dei fenomeni stessi, con tutta la profondità a cui vuoi accedere. La IAC ti spiega i meccanismi, così come ad oggi si possono conoscere, del rapporto con la multidimensionalità. Non è solo applicare una tecnica per indurre l’uscita fuori dal corpo, ma prepararti per la multidimensionalità: conoscere cosa è, come funziona, e che tipi di interazioni con essa puoi aspettarti.

Con la IAC ottieni una globalità di pratiche e metodologie per lavorare i tre principali fattori che influenzano la consapevolezza multidimensionale:

–          Bioenergia: imparerai tecniche bioenergetiche semplici ed anonime, per rinforzare e padroneggiare il tuo sistema energetico;

–          OBE: imparerai tecniche con cui praticare e investigare la tua proiettabilità, senza dipendere da dispositivi, sostanze, od oggetti vari, ma solo dalla tua volontà;

–          Maturità coscienziale: incontrerai metodologie per studiare la coscienza e comprendere i propri attributi, caratteristiche ed obiettivi dentro una visione più globale, ma nel contempo analitica (coscienziometrica), in quanto elementi fondamentali per avere proiezioni lucide di qualità.

Con la IAC studi e acquisisci informazioni, metodologie, pratiche per comprendere sempre di più la tua natura multidimensionale.

Quale studente IAC già partecipi alla costruzione di una nuova scienza empirica, che ponga la coscienza e la sua natura sottile al centro di una nuova era di investigazione.

La IAC si propone di stimolare l’espansione di un nuovo approccio scientifico. Tramite il suo Journal of Conscientiology puoi, non solo tenerti aggiornato come lettore-studente, ma anche dare il tuo diretto contributo come studente-ricercatore con tuoi articoli, dentro un forum internazionale di discussione e confronto di questi temi.

Inoltre, principalmente, con la IAC puoi diventare ricercatore di te stesso.

Cosa intendete per Coscienza?

Con il termine coscienza si intende la nostra vera essenza, con tutte le sue caratteristiche, attributi, specificità e potenzialità. La parola coscienza è preferibile rispetto ad anima a causa delle connotazioni che il concetto di anima ha acquisito nel tempo.

L’unica coscienza a cui abbiamo accesso diretto è la nostra, e tramite la nostra vita stiamo vivendo e sperimentando noi stessi tutto il tempo. Tuttavia, la natura della coscienza è ancora sconosciuta in tutte le implicazioni e manifestazioni che non attengono solamente al corpo fisico o la psiche. Lo studio dei casi di Esperienza Fuori dal Corpo (OBE) sembra indicare che  la coscienza (o essenza personale stessa): sia senza forme, senza sesso, esista al di là del tempo e dello spazio, in molteplici dimensioni (fisica e non fisica) e accumuli esperienza attraverso varie vite in corpi fisici; si sviluppi lungo tre vettori primari – la conoscenza o l’intelligenza, l’affetto e il sentimento e la volontà; sembra anche avere quattro veicoli di manifestazione primari, o livelli di espressione energetici (in filosofia indù: kosha, rivestimento della mente). Questi ultimi sono il veicolo fisico, il veicolo energetico, il veicolo emozionale e il veicolo mentale (di cui questi ultimi 3 sono non fisici e sono responsabili di tutti i tipi di esperienze psichiche e trascendenti). Questi veicoli corrispondono a diversi livelli di realtà (ad esempio, le varie dimensioni, piani) che sono altrettanto reali come la fisica (e possono essere vissute come tale).

Alla luce di questo, risulta logico pensare all’importanza dello studio e comprensione di se stessi (vale a dire, di chi siamo veramente, quello che ci completa a livello più profondo, le attività e gli obiettivi che ci danno un senso) e delle nostre manifestazioni e possibilità di espressione.

 

Cosa intendete per parapsichismo?

A volte la gente si disorienta con la parola parapsichico, perché tende ad avere l’idea di una persona che guarda in una sfera di cristallo e legge il futuro. Tuttavia, le capacità parapsichiche sono completamente naturali e in qualche modo le abbiamo tutti. Così come il cervello ha un modo particolare di elaborazione delle informazioni, la coscienza di per sé ha un modo più “parapsichico” di ricezione e di elaborazione delle informazioni. Ad esempio, se sentite certe “vibrazioni” su di una persona prima di conoscerla (e spesso avete ragione), questo tipo di sensazione può essere un tipo di percezione parapsichica. L’IAC mira ad aiutare le persone a sviluppare le loro capacità parapsichiche in un modo molto tecnico in modo che possano essere più sensibili al mondo che li circonda, e a causa di questo sviluppare un più alto livello di discernimento. Le capacità parapsichiche sono anche di grande aiuto alla propria capacità di empatia e di percepire i bisogni degli altri.

L’IAC studia soltanto le EFC?

No, tramite l’approccio della Coscienziologia e Proieziologia (scienze lanciate dal Medico Brasiliano Waldo Vieira) la IAC studia tutte le implicazioni circa la natura della coscienza che si scoprono considerando i fenomeni sottili. L’Esperienza Fuori dal Corpo è uno strumento di conoscenza di prima mano della propria natura multidimensionale, ma poi gli interrogativi che si sviluppano sono ampi e numerosi e vengono affrontati come tutta scienza umana.

La Coscienziologia ha un guru o un maestro?

Non vi è un guru o figura centrale di autorità nella coscienziologia. L’IAC sostiene che la responsabilità personale è intrasferibile, così che ogni persona è chiamata a rispondere per sé, e che l’evoluzione è il risultato di buona volontà, discernimento, persistenza e sforzo personale, e che non bisogna cedere le proprie volontà o energie a un guru o maestro.

La Coscienziologia proviene da qualsiasi altra sapiente tradizione?

La Coscienziologia trova i suoi fondamenti nell’esperienza umana, e non proviene da nessun altra tradizione spirituale del passato. Il suo approccio è razionale ed empirico (con validazione incrociata di esperienze diverse). Nel rapporto con altre discipline e filosofie in materia di coscienza, la Coscienziologia cerca di “mantenere ciò che esiste di meglio e perfezionare il resto“.  Così, nello studio della coscienza, può essere di enorme vantaggio evolutivo utilizzare una particolare tecnica bioenergetica dello yoga, anche se altri aspetti della tradizione yogica possono essere obsoleti e non più utili (es. sistema basato su di un guru). La coscienziologia è un tipo di filosofia e di metodo completamente adattabile a qualsiasi scoperta esistente nel campo della scienza o di altra area della conoscenza umana. Una cosa che distingue la coscienziologia da altre tradizioni di per sé è la centralità della ricerca. Ad esempio, alcuni studi della parapsicologia potrebbero indicare che la preghiera, il reiki, o altri tipi di energia di guarigione sono efficaci sul destinatario delle intenzioni ed energie del mittente. Tuttavia, dato che molte tradizioni si concentrano su tecniche specifiche e non si espandono al di là di quello, non possono rispondere a una domanda del tipo “quali tecniche sono le più efficaci?” La coscienziologia amplia la linea di azione e incoraggia questo tipo di domande.

Le Esperienze Fuori dal Corpo (OBE) sono esperienze pericolose?

Le esperienze fuori dal corpo non sono pericolose. Sono fenomeni con cui possiamo avere una breve percezione dell’immortalità della coscienza durante il tempo in cui normalmente si dorme o si sogna. Per molte persone questa esperienza è vantaggiosa e ha un impatto duraturo sul proprio concetto di sé come dimostra la letteratura sulle esperienze di OBE e di Premorte che è piena di testimonianze di trasformazione. Spesso le OBE si confondono con le esperienze di Premorte, che accadono in un momento critico (incidente, stato di coma, etc) e per questo situazioni più facilmente studiabili da medici interessati a investigare questi fenomeni che portano informazioni sulla presunta vita nell’aldilà. Tuttavia le OBE si differenziano dalle esperienze di premorte proprio per il fatto che non avvengono in condizioni di crisi o pericolo, sono completamente sicure e avvengono in modo naturale durante la notte, anche se spesso inconsapevolmente a causa dei condizionamenti culturali o della mancanza di lucidità.



NON TROVI QUELLO CHE STAI CERCANDO?
INVIACI LA TUA DOMANDA.

Il tuo nome *

La tua E-mail *

Il tuo telefono

Oggeto

Il tuo messaggio

captcha

e-envelope

Istruzioni per le attività online

Cerchi istruzioni su come accedere alla sala virtuale delle nostre attività online? Trovale qui.

Vuoi portare da te i nostri eventi?

La IAC è una organizzazione non-profit globale, e offre corsi in diverse città nel mondo. In Italia siamo abitualmente a Milano, ma abbiamo già fatto corsi presenziali a Bergamo, Firenze, Genova, Roma e Torino.

Vuoi portare il Corso di Sviluppo della Coscienza alla tua città? O hai un centro e vuoi fare conoscere il nostro approccio ai tuoi membri? Contattaci e troveremo insieme la formula giusta.